PRONEP EMAF

PRONEP emaf

Conosciamo meglio PRONEP Emaf.

Il GLUCOMANNANO si estrae dalla radice di konjak, una pianta asiatica.  Ha alta viscosità e possiede la capacità di attirare molta acqua, dando origine a una soffice massa gelatinosa, utilizzata come saziante ad azione meccanica. Più precisamente, in presenza di liquidi,  il glucomannano genera un gel, capace di aumentare il proprio volume 60 volte circa, rispetto a quello della sua forma secca; se poi l’ambiente è acido raggiunge la sua massima espansione, fino a 80-100 volte, producendo un senso di pienezza e sazietà. Pertanto nello stomaco dopo 15 minuti dall’assunzione, la fibra inizia a gonfiarsi. Dopo circa 60 minuti arriva al massimo valore, grazie alla presenza dei succhi gastrici, e qui rimane per circa due ore, svolgendo l’azione anti-fame.  Il glucomannano, in quanto fibra, contrasta l’assorbimento dei grassi e rallenta quello degli zuccheri. Per questa proprietà  è indicato per i soggetti in sovrappeso, con o senza aumentati livelli di zuccheri o trigliceridi nel sangue.

Infine la massa soffice e viscosa, quando giunge nel colon non viene assorbita e la sua elevata viscosità esercita azione lassativa, favorendo l’eliminazione delle feci in modo meccanico,  senza provocare la peristalsi per stimolazione indotta.

 Il CHITOSANO è un polisaccaride lineare, estratto dai crostacei che viene utilizzato nelle diete ipocaloriche per la riduzione del peso corporeo, utilizzando la sua capacità di legare a sè i grassi, attraverso un meccanismo di polarità, impedendone quindi l'accumulo e favorendone l'eliminazione con le feci. Da utilizzare con attenzione nei soggetti allergici ai crostacei

La GARCINIA CAMBOGIA è ricavata dalle bucce del frutto di Garcinia gummi-gutta.

L'acido idrossicitrico, contenuto nella garcinia, agisce bloccando la sintesi di acetil coenzima A (acetil-CoA), un substrato energetico utilizzato dall'organismo per la sintesi di colesterolo e altri lipidi. Ne deriva un suo effetto positivo nel dimagrimento e nel ripristino della lipemia fisiologica.

Un aiuto nel controllo del peso  potrebbe derivare anche dalle  proprietà anoressizzanti della garcinia, che si traducono in una riduzione dell'appetito attraverso la modulazione dei livelli di serotonina.