PRONEP FIRE

PRONEP fire

Conosciamo meglio  PRONEP fire

L’ARANCIO AMARO è originario dell’India, questo albero (Citrus aurantium) cresce in regioni a clima subtropicale, compresa la Spagna e il Sud Italia. I suoi utilizzi sono molteplici, dalla cosmetica, al trattamento dell’insonnia, alle riconosciute proprietà antinfiammatorie.

L’arancio amaro è anche un ingrediente tipico di molti integratori ad effetto “brucia grassi”. Questo perché, in precisi stadi di maturazione, il frutto, acerbo ed essiccato, si arricchisce di una miscela di ammine simpatomimetiche, di cui la  sinefrina ne rappresenta il principale costituente. Questa sostanza gode di proprietà anoressizzanti, nel senso che è in grado di provocare una significativa riduzione dell’assunzione di cibo. Le proprietà dimagranti della sinefrina derivano anche dal suo effetto di stimolo sulla termogenesi (produzione di calore corporeo = aumento del consumo calorico) e sulla lipolisi (utilizzo dei grassi a scopo energetico).

Gli effetti salutistici del TE’ VERDE sono legati al suo prezioso contenuto in antiossidanti, sostanze in grado di aiutare l’organismo a difendersi dai radicali liberi, molecole reattive implicate nel danno cellulare. Un’altra interessante proprietà del tè verde è quella dimagrante, grazie al contenuto di  sostanze chimiche quali le metilxantine  che hanno la capacità di stimolare la lipolisi.  Le metilxantine promuovono la perdita di peso poiché favoriscono la mobilitazione dei grassi localizzati nel tessuto adiposo e la loro ossidazione a scopo energetico.

Le stesse sostanze contenute nel tè verde sono anche in grado di aumentare il metabolismo e possiedono anche un blando effetto diuretico ed anoressizzante.

Il CROMO è un micronutriente presente in tracce nel nostro organismo che, nella sua forma di “picolinato”, rappresenta un sale dall’ottimo compromesso tra biodisponibilità (assorbimento effettivo del Cromo) e rischio di effetti tossici (tipici, per esempio, del Cromo esavalente).

Le sue qualità biologiche ne consentono l’utilizzo come ipoglicemizzante nei dismetabolismi, come supporto energetico in ambito sportivo, come integratore per coadiuvare il miglioramento della composizione corporea, favorendo lo sviluppo della massa magra a discapito della massa grassa. Altrettanto interessante è la capacità del cromo picolinato di favorire la riduzione del colesterolo totale e colesterolo LDL (cosiddetto colesterolo cattivo).

Il GUARANA’ è una pianta tropicale ricca di metilxantina, una molecola dotata di azione stimolante, utilizzata per il trattamento degli stati di affaticamento, indebolimento e/o stress psicofisico. Inoltre al guaranà sono riconosciute anche proprietà diuretiche e dimagranti, per la sua capacità di promuovere la lipolisi e liberare gli acidi grassi dai loro depositi. Volendo approfondire questi concetti, diciamo che l ’effetto lipolitico si manifesta per inibizione delle fosfodiesterasi con aumento di AMP ciclico e che la metixantina stimola il tessuto adiposo con aumento della termogenesi. Si osserva quindi un aumento del consumo energetico sotto forma di calore dovuto ad una maggiore ossidazione di nutrienti, quali gli acidi grassi.

Nella medicina delle popolazioni  amazzoniche, questa pianta  trova altri numerosi  impieghi, come blando antipiretico;  oltre che come  rimedio per

attenuare la sensazione sia di fame che di sete, per il trattamento di stanchezza, febbremal di testa e dismenorrea.

La CAFFEINA, ha diverse analogie in termine di effetti con il guaranà e il tè verde, per cui è intuitivo l’effetto sinergizzante che si vuole ottenere associando queste sostanze. La caffeina, estratta soprattutto dal caffè appartiene al gruppo degli alcaloidi purinici come la teofillina , estratta dal té, e la teobromina, estratta dal cacao. La caffeina non è contenuta soltanto nel caffè ma si trova anche in altre piante ed alimenti. E’ il caso, ad esempio, dell’erba mate, del cioccolato, delle bevande energizzanti a base di Cola e nel Red Bull, dei prodotti erboristici come il guaranà.

La caffeina è la sostanza psicoattiva più usato al mondo, la sua conformazione chimica la rende infatti idonea ad interagire con specifici recettori biologici che regolano la funzionalità del sistema cardiovascolare, endocrino e nervoso. Ai fini del dimagrimento, la sua azione è quella di stimolante del metabolismo basale.

La L-CARNITINA è un derivato amminoacidico sintetizzato nell’organismo umano, prevalentemente a livello epatico e renale. 

Definita più semplicemente Carnitina, viene sintetizzata a partire da due amminoacidi essenziali,  la Lisina e la Metionina, in presenza di Niacina, Vitamina B6 , Vitamina C e Ferro.
La Carnitina svolge ruolo come trasportatore di acidi grassi a lunga catena nella matrice mitocondriale, sede nella quale gli acidi grassi vengono convertiti   in energia tramite il processo di Beta-Ossidazione.

Proprio in virtù di questo processo, a favore del trasporto mitocondriale di acidi grassi a lunga catena, alla Carnitina sono state da sempre attribuite attività lipolitiche, potenzialmente utili nella lotta al sovrappeso.

La L-Carnitina è utilizzata come integratore nutrizionale sia in ambito clinico (in cardiologia per il suo effetto antiossidante ed energizzante, riduzione di trigliceridi, aumento del colesterolo HDL), sia in ambito sportivo (apporto energetico muscolare).

I vegetariani, ma ancor più i vegani, per l’insufficiente apporto alimentare di amminoacidi essenziali, presentano scarsa produzione di carnitina. Una adeguata integrazione può essere ottenuta dalla somministrazione di  PRONEP protein.

La VITAMINA B3 o niacina, conosciuta anche come vitamina PP ,  è  biologicamente attiva sotto forma di “nicotinamide adenin dinucleotide” (NAD) e di “nicotinamide adenin dinucleotide fosfato (NADP), che agiscono come coenzimi.

In generale, la vitamina B3 è necessaria per la respirazione cellulare, aiuta nella liberazione di energia e  per il metabolismo dei carboidrati, grassi e proteine; contribuisce ad una buona circolazione e alla salute della pelle (contro la pellagra). Inoltre partecipa al  funzionamento del sistema nervoso, e alla normale secrezione di fluidi biliari e dello stomaco. Potenzia la memoria e sembra essere anche efficace nel trattamento dell’ansia. La niacina è anche efficace nel migliorare la circolazione e ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.

La niacina partecipa inoltre a numerose reazioni di ossidoriduzione, nella sintesi di acidi grassi e di amminoacidi. In qualità di coenzima, la niacina aiuta gli enzimi nella scomposizione delle proteine, dei grassi e dei carboidrati.

Tale vitamina esercita una funzione importante nella prevenzione cardiovascolare. L’assunzione di niacina aiuta a ridurre i livelli di colesterolo e di Ldl  colesterolo e aumenta le concentrazioni del colesterolo “buono” Hdl.

Le maggiori fonti naturali di vitamina B3 sono le arachidi, la carne bianca (specie il tacchino), e la carne rossa quale il vitello, il fegato di manzo. Le carni, in generale, abbondano di vitamina PP.Nel pesce questa vitamina si trova soprattutto nelle acciughe, nel tonno, nelle sarde, nel pesce spada e nel salmoneFrutta, verdura e uova ne contengono una bassa quantità. Al contrario, i cereali integrali e i loro derivati, la crusca, il latte e il formaggio sono ricchi di vitamina B3.